La Presenza. Rassegna Pedagogica 21 e 22 Settembre

Carissimi/e,
siamo lieti di invitarvi alla Rassegna Pedagogica FARE ANIMA IN EDUCAZIONE curata dalla dott.ssa Sara Costanzo e di cui siamo co-organizzatori.
Giunta alla sua quarta edizione, Fare Anima in Educazione è una Rassegna Pedagogica che approfondisce il valore della sensibilità simbolica e quest’anno sarà dedicata al tema della Presenza.
Un’esperienza intensa che si terrà a Pisa il 21-22 settembre.

Da oggi è possibile iscriversi. Tutte le info e il programma qui sotto.
Potete anche seguire l’evento Facebook a questo link: https://www.facebook.com/events/2284352011633153/

Vi aspettiamo!

***

Il tema del momento presente è centrale in tutte le grandi tradizioni spirituali e concerne la capacità di stare il più possibile nel Qui e Ora. L’ aspirazione a dimorare nel presente rientra in una ecologia profonda delle relazioni:uscire dalla confusione e dal disorientamento ci apre ad una spaziosità e ad un’ampiezza di sguardo, capace di includere con più rispetto e più autenticità, se stessi, l’altro e il mondo di cui facciamo parte. Apprendere quest’arte significa generare trasformazioni profonde dentro la propria vita. Siamo spesso nel futuro, ci proiettiamo dentro tempi che non viviamo ancora, ma che sembrano una minaccia al nostro presente o spesso siamo nel passato, dentro un pensiero rimuginante e circolare che non ci consegna alla Presenza, ma ad un’assenza. Quando invece abitiamo il momento presente, ci accorgiamo che le persone ci parlano e ci ascoltano con attenzione insolitamente viva. La Presenza ci “risveglia”, ci fa essere attenti. Fulcro del lavoro educativo è il riconoscimento dell’altro come vero e proprio esercizio di attenzione. La pratica della Presenza ci permette di avere una postura educativa che si pone “controcorrente” rispetto alle forme del vivere di oggi. Non si abita la Presenza se si va di fretta: occorre coltivare la capacità di vedere, rendere attento lo sguardo, rallentare, sgomberare il superfluo, meditare l’incontro con l’altro, imparare ad ospitare. Senza la capacità interna di adesione consapevole a quello che c’è – che può essere un posto gradevole ma anche un’esperienza di fatica e di dolore – questo miracolo della Presenza non può darsi. E per essere totalmente dove siamo, è necessario ri-guardare con cura noi stessi e anche il mondo di cui facciamo parte. Allenare lo sguardo a ciò che c’è.

Il cammino della Presenza è fortemente controeducativo: invita ad osare, a non rimanere chiusi, a non omologarsi ed appiattirsi, incoraggia a non accontentarsi ed a scoprire la libertà di tutti.

Perché la PRATICA della PRESENZA può essere preziosa per gli insegnanti, la Scuola?

La Scuola è una terra di incontri e collisioni fra coloro che la vivono. Educatori ed educandi. Insegnanti ed allievi. Il diffuso nervosismo che si respira oggi non solo nella scuola ma anche in famiglia, corrisponde da una parte al diffuso nervosismo istituzionale, riflesso causato dalla difficoltà di trovare, ciascuno nel proprio agire e nel proprio sentire, un suo legittimo riconoscimento, un suo sentire profondo, confermato e accolto intimamente. Entro questa costellazione, la Presenza è un invito coraggioso ad una nuova ecologia delle relazioni. Facendo riferimento ai programmi educativi, la pratica della Presenza può divenire un’abilità da integrare nelle materie di studio. L’insegnante può aiutare i bambini e gli adolescenti a comprendere meglio l’importanza dell’essere presenti e diventa mentore attraverso la consapevolezza del corpo e delle emozioni.

Occorre coltivare una nuova sensibilità, essere fedeli alle immagini che ci arrivano- come suggerisce James Hillman – immagini interiori e quelle dell’altro, della realtà in cui siamo calati.

Questa Rassegna è un contributo alla Pedagogia Immaginale: le sue metodologie ci consentono di allenarci alla consapevolezza nutrendo la nostra anima a generare azioni e gesti, ricchi di rispetto per noi stessi e per il mondo in cui viviamo.

Iscrizioni aperte dal 1 agosto al 16 settembre. Numero massimo di partecipanti: 60

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
MimmaLandi: 3311180591
* duse913@gmail.com
Mariangela Mori 335224616
* mariangelamori@libero.it

Modalità di iscrizione: invio del modulo di iscrizione compilato e firmato alle e-mail indicate e pagamento della quota tramite bonifico bancario al c/c indicato
IBAN: IT82R0310414002000000840047, intestato a Sara Costanzo
Causale: iscrizione convegno Fare Anima
Termine di iscrizione: 16 SETTEMBRE 2019
Quota di iscrizione: € 95,00

La quota di iscrizione comprende: la partecipazione al programma dei due giorni e alle radure esperienziali, più l’eventuale materiale didattico, i due pranzi a buffet del sabato e della domenica e i coffee break.
E’ possibile anche partecipare ad un solo giorno della Rassegna, con una quota di € 50,00

Programma a questo link: http://saracostanzo.it/?p=1018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...